cosa vedere ad Amburgo, la città più seducente della Germania

cosa vedere ad Amburgo
Noi, i bretzel e i cigni di Amburgo

Se vi state chiedendo cosa fare e cosa vedere ad Amburgo, la risposta la troverete lasciandovi trasportare dalle sue vie seducenti. Un piccolo centro attraversato dai canali del fiume Elba, fatto di palazzi in perfetta armonia e geometrie sinuose, che si tingono di rosa nei pomeriggi estivi di luce infinita. 

Amburgo non era nella lista dei miei desideri finché è arrivato un ottimo motivo per visitarla. La Triennale di Fotografia ospitava all’inizio di Giugno una mostra di Alberto e abbiamo deciso di trascorrere qualche giorno in città. Lui presissimo dall’inaugurazione, io in giro insieme a Ernesto come due trottole curiose! 

Dopo centinaia di fotografie e di strade, di cose vissute, assaggiate o come direbbe Ernesto “esplorate”, vi racconto in questo post cosa fare e cosa vedere ad Amburgo, una città verso la quale ero diffidente, e che invece mi ha sedotta fin dal primo istante. Quando mi sono affacciata al balconcino dell’hotel e mi sono innamorata delle finestre di fronte.

cosa fare ad Amburgo
La vista dal nostro hotel in Colonnaden

1- Fare colazione insieme ai cigni di Alster

La prima cosa che farei svegliandomi ad Amburgo è una colazione insieme ai cigni di Alster, e non lo dico perché ho un figlio piccolo, l’eleganza di questi uccelli acquatici mi ha sempre affascinata e la possibilità di vederli in uno scenario così suggestivo mi ha davvero incantata. 

L’Alster è il lago artificiale che caratterizza il centro della città, una zona vivace a pochi passi dalla Rathausmark (Piazza del Municipio) circondata da un parco, tanti ristoranti e negozi uno più carino dell’altro.

cosa fare ad Amburgo
i cigni di Amburgo nella piazza del Rathaus

cosa fare ad Amburgo

2- Mangiare una “black forest” sotto le Arkaden

Ogni viaggio ha la sua piccola routine, e noi facevamo colazione ogni giorno sotto le Alsterarkaden (il loggiato bianco in stile veneziano) prima di sederci nella piazza del Rathaus a guardare i cigni con i loro bellissimi “brutti” anatroccoli. 

cosa fare ad Amburgo
Una fetta di “Black Forest” sotto le Alsterarkaden e il palazzo del municipio (Rathaus)

3- Una vista dall’alto sulla città: Chiesa di St Michaelis

La cosa imperdibile di Amburgo (come di ogni altra città) è la sua vista dall’alto, magari all’ora del tramonto. Trovare un edificio che offrisse la vista mozzafiato che cercavo non è stato semplice.

Pare che l’unica soluzione in questa città sia il campanile di Saint Michaelis, una chiesa barocca alta 132 metri.

Ho scoperto che ogni sera alle 21:00 il trombettista della chiesa suona un assolo di tromba dal settimo piano del campanile, e ovviamente sono arrivata puntualissima per il surreale spettacolo.

Da sola fra gli ingranaggi dell’orologio più grande della Germania, ho visto un ometto impugnare la sua tromba e affacciarsi alla finestra della torre campanaria, suonare per 5 minuti, richiudere la finestra e andarsene. Il tutto come se io fossi stata invisibile. 🙂

cosa fare ad Amburgo Chiesa San Michele

Dopo lo spettacolo sono salita al decimo piano, e ad aspettarmi c’era Amburgo vestita di rosa, in tutta la sua grazia a quell’ora di sera.

cosa fare ad Amburgo
La Elbphilarmonie vista da St Michaelis

cosa fare ad Amburgo San Michele

Se siete d’accordo con me, che esiste un “come guardare” che va oltre il cosa vedere ad Amburgo non perdetevi questa visione della città a 360 gradi.

4- Vivere una tradizione: il mercato del pesce (Fischmarkt)

Sono appassionata di ogni genere di mercati e non manco mai di visitarne almeno uno quando sono in viaggio. Trovo che sia un buon modo per capire lo “stato d’animo” di una città.

Ad Amburgo desideravo vedere il mercato del pesce nel quartiere di Altona, una tradizione antica di 300 anni che continua ad essere l’evento più vivace della settimana. Dico “pare” perché purtroppo nel mio viaggio non era inclusa una domenica, unico giorno in cui il mercato è attivo.

cosa fare ad Amburgo
Il ponticello che conduce al mercato.

cosa fare ad Amburgo

Ho deciso comunque di andare a vedere l’affascinante struttura. Era chiusa ma il sorriso di Ernesto apre qualsiasi porta e così la nostra visione del mercato del pesce è stata alquanto insolita ma ugualmente bella, con un raggio di sole tutto per noi.

5- Una passeggiata: dal Fischmarkt alla Elbphilarmonie

La passeggiata che più ho adorato di Amburgo (grazie anche allo splendido sole di un Giugno insolito) è quella che ho fatto con Ernesto lungo il fiume Elba dal mercato del pesce alla Piazza del Municipio, passando per la filarmonica (altro posto che volevo assolutamente visitare).

5 chilometri così piacevoli che Ernesto non ha mai chiesto di essere preso in braccio, e nel percorso abbiamo trovato un sacco di tappe interessanti anche per lui.

La prima di queste è l’ U-Boot Museum, un sottomarino sovietico nel quale si può entrare e “giocare” agli esploratori

cosa fare ad Amburgo U-Boot Museum

Se ci si addentra verso l’interno invece  si scopre il coloratissimo quartiere di St Pauli. Case occupate e graffiti che un tempo furono la culla del Punk Tedesco, dei Beatles e delle rivoluzioni  politiche.

cosa fare ad Amburgo St. Pauli

Proseguendo verso il centro si incontra l’Elbtunnel, un antico tunnel sotterraneo che attraversa il fiume Elba. Noi siamo scesi solo per visitarlo e abbiamo proseguito sulla stessa sponda verso la Filarmonica.

cosa vedere ad Amburgo Elbtunnel

6- Elbphilarmonie, la più bella sala da musica del mondo

Avevo letto da qualche parte che la Filarmonica di Amburgo (inaugurata lo scorso anno)  fosse “la sala da musica più bella del mondo“.

Non sono esperta in materia ma quella meraviglia architettonica mi ha lasciata davvero a bocca aperta. E’ bellissima da ovunque la si guardi, ed è una presenza costante nello skyline della città.

La Elbphilarmonie è poggiata nel quartiere di Hafencity, come un transatlantico futuristico nel  vecchio porto. Spicca fra i barconi sulle acque del fiume Elba disegnando delle onde che crescono verso il cielo, insieme al quale cambiano i colori.

La vista più bella della Elbphilarmonie è quella dall’alto dalla chiesa St Michaelis, quando le pareti specchiate riflettono i colori del tramonto.

L’interno merita una visita anche se non avete modo di assistere a uno spettacolo.

Noi siamo stati così fortunati da incontrare Mary Poppins in persona che stava per esibirsi in un musical 🙂

cosa vedere ad Amburgo
Noi e Mary Poppins alla Filarmonica
cosa vedere ad Amburgo
La terrazza della filarmonica e una vista di notte da St Michaelis

7- Food: il Coast

Dopo tanti consigli su cosa vedere ad Amburgo lasciate che vi racconti un posto dove fermarsi per un bellissimo pranzo.

A pochi passi dalla Elbphilarmonie si trova il Coast by East un ristorante che mi è piaciuto tantissimo.

Giardini verticali alle pareti degli interni e vista sul porto di Hafencity all’esterno.

cosa mangiare ad Amburgo Coast ristorante
L’interno e l’esterno del ristorante Coast by East

Buonissimo il mio sushi e nonostante la cucina di impronta fusion, anche il piatto di penne al pomodoro per Ernesto mi ha stupita in positivo!

Il conto non rientrava nel concetto di “economico” ma non era neanche più salato rispetto alla media (comunque alta) di Amburgo. Diciamo che in città ho mangiato molto peggio spendendo molto di più 🙂

8- Grasbrookpark: la gioia di Ernesto

Continuando la passeggiata verso Rathausmark abbiamo incontrato finalmente un parco attrezzatissimo per i bambini, dove Ernesto si è goduto un’oretta di meritato gioco!

cosa vedere ad Amburgo grasbrookpark
Ernesto a Grasbrookpark. Piccoli angoli di un parco enorme e bellissimo

Palme, casette in legno, tappeti elastici, giochi d’acqua e sabbia. Come sempre quando mi trovo all’estero ho provato vergogna per gli spazi che l’Italia (almeno dalle mie parti) riserva ai nostri figli!

9-  Speicherstadt: il complesso di magazzini più grande del mondo

Passeggiando dal porto verso il centro si incontrano gli Speicherstadt, costruzioni in mattoni rossi costruite alla fine dell’800 per stivare le merci in arrivo e in partenza del porto.

Gli edifici costruiti sui canali sono collegati da ponticelli in ferro, e questo genere di architettura rientra decisamente nelle mie corde!

cosa vedere ad amburgo speicherstadt
alcuni degli edifici in mattoni rossi (speicherstadt)

10- Colln’s: una merenda tipica di Amburgo

Ho incontrato Colln’s l’ultimo giorno dopo l’ultimo pranzo, con i minuti contati e la pancia piena. Ma non ho potuto fare a meno di entrare e di sedermi in questo locale meraviglioso, decisamente il più bello che abbia visto ad Amburgo.

30.000 piastrelle dipinte a mano e un banco di dolci tipici che profumano di spezie. Ma anche un ristorante (che ahimè non sono riuscita a provare) e un negozietto di marmellate e miele biologici.

cosa mangiare ad Amburgo Colln's ristorante
lecca lecca alla ciliegia e le piastrelle di cui mi sono perdutamente innamorata
cosa mangiare ad Amburgo Colln's ristorante
La franzbrotchen alla cannella di Colln’s

11- Visitare un museo: la Kunsthalle

Nonostante la mia laurea in pittura, non è mia abitudine abbuffarmi di musei. La cosa che mi interessa principalmente è capire il mood della città, e solitamente in un viaggio di pochi giorni scelgo di visitare un solo museo.

Ad Amburgo volevo assolutamente vedere il “Viandante sul mare di nebbia” di Friedrich, un’opera che mi ha sempre fatto sognare.

cosa vedere ad Amburgo Kunsthalle
Ernesto verso la Kunsthalle

Purtroppo il Viandante era in “vacanza” altrove, ma ho deciso comunque di perdermi in un mare dipinto da Friedrich!

kunsthalle amburgo
Caspar Friedrich alla Kunsthalle

 

12- Giro in battello sull’Alster

Un pomeriggio ho portato Ernesto a fare un giro in battello sull’Alster. Abbiamo scelto il giro più corto, quello intorno al lago di circa un’ora. Sinceramente non ha entusiasmato nessuno dei due, probabilmente se ci fossimo addentrati nei canali avremmo scoperto angoli più suggestivi.

Nel caso in cui voleste provare però ho un consiglio per voi. Scegliete un tour che parta all’ora di pranzo e portatevi un picnic, il battello è pulitissimo e potrete sedervi intorno a uno dei suoi tavoli durante la navigazione 🙂

Battello Alster Amburgo
Ernesto e il capitano antipatico 😀

E per finire l’hamburger di Amburgo insieme a una raccomandazione:

Per favore non chiamatela “Venezia del Nord” perché Amburgo è molto di più di un paragone mal riuscito!

L’hamburger di Amburgo

 

Written By
More from Moon Diaries

Rossini Opera Festival, dietro (e dentro) l’opera

Certi semini fioriscono anche quando la terra e il tempo pensano di...
Read More