pasteis de nata: i dolcetti portoghesi buoni come il sole!

Pasteis de nata: i piccoli soli del Portogallo

Chi è stato in Portogallo lo sa. Qualunque momento è buono per un caffè accompagnato dai pasteis de nata! 

Impossibile passeggiare per le vie di Oporto o di Lisbona senza essere rapiti dal profumo caramellato tipico di questi dolcetti portoghesi. 

pasteis de nata procedimento

Per chi non li conosce invece,  i  pasteis de nata sono piccole sfoglie croccanti ripiene di una crema squisita a base di tuorli, che in portoghese si chiamano gemas: gemme d’uovo (adoro questa lingua che trasforma in poesia le cose più semplici!).

Solitamente si gustano accompagnati da un cimbalino oppure da un pingo (espresso o macchiato), ma vi assicuro che sono buonissimi anche così, consumati nel giro di pochi passi e assaporati insieme alla bellezza della città!

pasteis de nata café majestic
Un pastel de nata al Café Majestic di Oporto e la stazione di Sao Bento

Qualcuno li conosce come pasteis de Belèm, perché è qui che sono nati, da un’antica ricetta inventata dai monaci per recuperare i tuorli scartati dalla produzione dei wafer. Pare che la ricetta originaria sia segretissima, custodita gelosamente dalle poche persone che lavorano nella Pasteleria di fianco al monastero, diventata una vera e propria meta di peregrinaggio gastronomico: ogni giorno sforna oltre 20.000 pasteis!

Benché la ricetta di Belèm sia un mistero, i pasteis de nata che ho assaggiato a Oporto erano uno più buono dell’altro, e come sempre quando sono in viaggio, ho sbirciato nelle varie cucine per portare a casa quel dolce souvenir. 

Per raggiungere il risultato sperato ci sono voluti svariati tentativi, ma incrociando le ricette “rubate” alle pasticcerie portoghesi, alla fine ci sono riuscita! La crema perfetta è caramellata, leggermente bruciata in superficie, morbida dentro e amalgamata ai bordi sottili.

pasteis de nata francesca es
io soddisfatta dietro una mezzaluna di crema

Per l’impasto ho utilizzato quello della pasta sfoglia, ma per la precisione, i pasteis de nata sono fatti con una sfoglia più scrocchiarella e meno grassa, simile alla riccia napoletana. Mi riservo di provarla non appena arriverà un filo di fresco.

pasteis de nata

Occorrente per 12 pasteis de nata:

– frusta

– casseruola

– stampi per pasteis de nata oppure stampi per muffin

– termometro da cucina (facoltativo)

Ingredienti per 12 pasteis de nata:

– 250 g pasta sfoglia

Per la crema:

– 35 g farina

– 250 ml latte

– 175 g zucchero

– 250 ml acqua

– 80 g tuorli d’uovo

– 1 pizzico di sale

– 1 stecca di cannella

– 1 limone 

pasteis de nata
Pasteis de nata: tanti piccoli Soli portoghesi

Procedimento:

Iniziate preparando la crema per i pasteis de nata:

In una casseruola unite la scorza del limone e il bastoncino di cannella all’acqua e allo zucchero. Mettete sul fuoco e portate lo sciroppo alla temperatura di 105 °C. Se non avete il termometro cronometrate 4 minuti dal momento dell’ebollizione (non temete, anche io sono riuscita a cavarmela così 🙂 ).

A questo punto versate la farina in una ciotola e pian piano versate un po’ di latte mescolando con una frusta per non formare grumi. Unite il pizzico di sale e il restante latte, versate il composto in una casseruola e portate a ebollizione.

Quando il composto raggiunge una consistenza simile alla besciamella, unite lo sciroppo di zucchero e togliete scorza di limone e cannella. Mescolate bene con la frusta e lasciate raffreddare la crema per almeno mezz’ora prima di aggiungere i tuorli.

Nel frattempo stendete la sfoglia in un rettangolo di circa 25×35 cm 

Arrotolate il rettangolo partendo dal lato più corto fino a formare un cilindro, facendo attenzione a non lasciare aria all’interno. 

Tagliate 12 dischi di circa 2 cm di spessore e adagiate ogni disco sul fondo di uno stampino. Schiacciate l’impasto facendolo aderire bene dal fondo fino ai bordi. Se invece utilizzate come me stampini da muffin (un po’ più alti rispetto a quelli specifici per i pasteis de nata) stendete l’impasto fino a 1/2 cm dal bordo.

pasteis de nata procedimento

Quando la crema è fredda versatela a poco a poco in una ciotola contenente i tuorli d’uovo, sempre mescolando con una frusta.

Riempite con la crema gli stampi foderati di sfoglia fino a 1/2 cm dal bordo, infornate i vostri pasteis de nata per 15 minuti nel forno ventilato preriscaldato a 250 ° C.

Et voilà! I vostri pasteis de nata perfetti sono pronti! Potete servirli tiepidi e se volete rispettare la tradizione di Belèm assaporateli a 50 °C spolverizzati con zucchero a velo o cannella!

Io però li preferisco al naturale perché il sapore dolce e leggermente speziato dell’impasto è già in perfetto equilibrio.

pasteis de nata francesca es

pasteis de nata

Per altre ricette cliccate qui

Se invece avete voglia di volare a Oporto per assaggiare un pastelito:

Written By
More from Moon Diaries

2 giorni a Parigi, il mio solito posto.

Se avete in programma di trascorrere 2 giorni a Parigi, chiudete subito le...
Read More