Shopping a Marrakech. Le porte segrete del lusso

Ogni viaggio a Marrakech una teiera per Souvenir!

Durante i miei viaggi in Marocco una giornata di shopping a Marrakech è un rito imprescindibile, come sorseggiare un tè alla menta dopo l’hammam o guardare il tramonto da una terrazza sui tetti. Adoro perdermi fra le bancarelle del souk, tanto quanto scoprire l’ultimo negozio di tendenza che si nasconde dietro un portone segreto. 

Passeggiare nel labirinto dei derb seguendo mappe impossibili da decifrare, mi rende allegra come una bambina a caccia del suo tesoro.

Dello stile marocchino amo tutto, e il contrario di tutto. Dalle luci soffuse che filtrano attraverso i metalli ai colori sgargianti dei tessuti. Gli intrecci spessi dei tappeti e i ricami raffinati, i cesti di paglia, le teiere in ottone argentato e le ceramiche verdi di Tamegroute. Tanto che potrei raccontarvi tutto dell’artigianato, dagli stucchi ricamati al tadelatk, la calce marocchina mischiata a sapone nero e pietre di fiume, con la quale ogni spigolo di quel mondo è dolcemente smussato.

Potete immaginare la mia gioia quella mattina a colazione che ho incontrato la designer del mio riad preferito. Una ragazza semplice avvolta in una nuvola di charme. Dalla domanda “ma che bel vestito indossi, dove posso trovarlo?” al terzo grado sui migliori indirizzi della città il passo è stato breve!

Riad Be, il mio preferito al mondo!

Ne sono uscita con il taccuino trasformato in una piccola guida sullo shopping a Marrakech! Ed eccola qua per voi, nero su bianco, arricchita dei posticini che ho scovato durante i miei viaggi.

ARREDAMENTO E TESSILI

Fra i miei indirizzi preferiti c’è il favoloso mondo di Valerie Barkowski, la designer belga che ha tradotto il suo amore per il Marocco in una collezione originale e raffinatissima di biancheria per la casa. Lenzuola e asciugamani impreziositi da pompom e ricami delicati. Se questo stile è anche nelle vostre corde, sappiate che madame Barkowski ha anche un riad segreto con sole 4 camere nel cuore della Medina. Ve ne parlo qui, nel mio articolo sui riad più belli di Marrakech.

shopping a Marrakech Barkowski
Valerie Barkowski – Arset Aouzel, 142 Bab Doukkala – Marrakech
riad a Marrakech Dar-Kawa
Riad Dar Kawa di Valerie Barkowski

Al civico 144 di Bab Doukkala, di fianco a Barkowsky un portone di legno spesso con le borchie di ottone, nasconde uno dei negozi più incredibili della città: Mustapha Baloui! Un magazzino delle meraviglie, colmo di tappeti, lampade, mobili, ceramiche e antiquariato proveniente da tutto il Nord Africa. Un vero e proprio tempio dello shopping a Marrakech, che nel caos del souk passa inosservato alla folla ignara della sua esistenza.

shopping a Marrakech mustapha baloui

il portone di Mustapha Baloui

SHOPPING A MARRAKECH CON PAUSA PRANZO

Sono molti i ristoranti a Marrakech che hanno allestito un corner per lo shopping, e ancora di più gli store con terrazze stupende, dove poter gustare un piatto leggero all’ombra di piante e tende colorate.

Il mio posto preferito per spezzare la giornata di shopping a Marrakech è La Famille, un piccolo ristorante allestito in un giardino segreto. Pochi tavoli fra le piante, un bancone con le torte più belle della città e un angolo di meravigliose candele, ceramiche, gadget e un solo vestito realizzato in quattro colori.

la famille shopping a Marrakech
La Famille Marrakech

la famille marrakech

Un altro pranzo fra le meraviglie è quello di El Fenn. Questo riad (fra i più belli di Marrakech) ha infatti una boutique stupenda all’ingresso con un piccolo caffè. Fra gli scaffali di biancheria, ceramiche e sontuose vesti sono disposti i candidi tavolini perfetti per un break.

Nel terrazzo sul tetto invece si può pranzare guardando la bella gente e la città. Un menù fisso di insalate e delizie marocchine a un prezzo accessibile, anche per chi non alloggia a El Fenn.

riad a Marrakech El Fenn boutique
La corte di El Fenn vista dal terrazzo e il cafè boutique

Ultimo posticino segreto che vi consiglio è +16, lo show-room di Soufiane Zarib che racchiude oltre 6.000 tappeti e oggetti di design in un bellissimo riad dell’era Saadiana. Perfetto per prendere ispirazione, si accede suonando il citofono fuori dal pesante portone e dopo aver riempito i propri occhi di meraviglia ci si può concedere una pausa rigenerante nel ristorante in terrazza.

soufiane zarib shopping a marrakech
Lo showroom di Soufiane Zarib e uno scorcio del terrazzo

CONCEPT STORE

Nel cuore della Medina fra le vie gremite di bancarelle, si trova Max&Jan, un concept store di 1.200 mq che racchiude abbigliamento, accessori e oggetti di design frutto della collaborazione di Maximilien e Jan, la coppia di creativi svizzero-belga.

Max&Jan

In tutta onestà le loro collezioni non mi fanno impazzire, gli abiti coloratissimi sono eccessivi e gli articoli per la casa “nulla di che”, ma il negozio è un’oasi di bellezza e vale comunque una visita, non fosse altro che per trovare un angolo di pace fuori dal souk o per una pausa ristoratrice nel ristorante in terrazza. 

Intorno ai Giardini Majorelle che furono dimora marocchina di Yves Saint Laurent, i bei negozi fioriscono come buganvillee. Così, dopo la sosta rigenerante fra palme, cactus e fiori tropicali i turisti più raffinati fanno visita alle boutique della zona.

Nel giro di pochi passi si trovano due concept store: 33 Rue Majorelle e The Moroccans: un marchio eccellente di prodotti naturali per il corpo, che nella boutique vicina ai giardini offre anche una selezione di vestiti e complementi di arredo.

cosa vedere a marrakech shopping2
La boutique di Michelle Baconnier e The Moroccans

ABITI

Non lontano dai Giardini Majorelle, nel quartiere Gueliz si trovano un paio di negozietti molto carini: Michele Baconnier, piccola boutique di abiti coloratissimi dove troverete la stilista in persona con le sue creazioni ispirate ai viaggi in Asia; e Quartet, negozio che racchiude le creazioni di varie stiliste marocchine.

Più a nord sempre nel Gueliz si trova anche Topolina la coloratissima boutique di Isabelle Topolina che ha conquistato il mondo!

cosa vedere a marrakech shopping
Sarah Maj e un negozio sartoriale in rue Sidi Abdel Azize Amsfeh

Leggermente fuori dal suq invece, in una via che si chiama Sidi Abdel Azize Amsfeh, ci sono diverse botteghe di abbigliamento che in poco tempo vi confezionano abiti su misura molto chic e c’è anche il grazioso negozio di Sarah Maj (stilista marocchina). 

HAMMAM

Se volete provare i piaceri di un hammam vi consiglio Pure Bliss in Rue Mouassine, e dopo esservi innamorate di argan e sapone nero potete acquistarli da Art du Bain. Per trovare questo negozietto fra le strade del souk seguite la scia profumata dei suoi buonissimi prodotti naturali.

SOUK

“Viaggiare è andare per negozi” diceva Susan Sontang.  

“E per mercati!” aggiungerei io. A Marrakech più che mai, la cultura si respira fra le strade dei souk, dove gli odori delle spezie si mescolano all’infinità di oggetti, e il vociare delle aste fa eco alle preghiere dei muezzin. In questo intreccio di viuzze brulicanti che sotto la rete di cannicciati ricopre gran parte della Medina, troverete qualsiasi prodotto dell’artigianato marocchino. 

cosa vedere a marrakech epices
Place Rahba Kedima (piazza delle spezie)

Tappeti, cuscini, stoffe, teiere, vassoi, cesti di paglia, lanterne, babbucce, frutta secca, spezie, pellami, specchi, bauli, potrei continuare l’elenco all’infinito e non sarebbe abbastanza. Non vi resta che perdervi fra queste vie e riempirvi gli occhi di meraviglia.

cosa vedere a marrakech souk
Le mie adorate ceramiche di Tamegroute e una bottega di spezie

Tre consigli per voi se è la prima volta nel souk:

1- Molte bancarelle sono simili ma nessuna è uguale. Se trovate qualcosa che vi piace non rimandate l’acquisto, perché quel preciso punto del labirinto non lo troverete mai più. 

2- Comprate subito ma non prima di aver trattato. Ricordate che in Marocco la trattativa è parte della cultura. Se non siete realmente interessati dichiaratelo subito, altrimenti armatevi di pazienza e iniziate a discorrere con calma e gentilezza. Si può arrivare a pagare un oggetto la metà del prezzo proposto, ma solo se si procede per gradi. Altrimenti si rischia di rompere la trattativa, e ancor peggio di offendere il mercante.

3- Cercate ispirazione nei riad, nei negozi più lussuosi e nei ristoranti. Lo shopping a Marrakech è divertente ma anche faticoso, affrontare il souk con le idee chiare vi aiuterà a fare acquisti mirati al giusto prezzo.

E sul finire di una lunga giornata di shopping a Marrakech, non dimenticate di tuffarvi fra i vapori di un hammam, che portano via la polvere della strada lasciando sulla pelle i freschi profumi di eucalipto. 

[Per altri consigli su Marrakech clicca qui]

 

Written By
More from Moon Diaries

Decorare una torta : tre modi (più uno)

Il primo ingrediente per cucinare qualsiasi torta è un pizzico di ispirazione,...
Read More