Rossini Opera Festival, dietro (e dentro) l’opera

Rossini Opera Festival
io e il Teatro Rossini

Certi semini fioriscono anche quando la terra e il tempo pensano di averli inghiottiti. Erano anni che non tornavo a teatro, ma affacciarmi al palchetto del Rossini Opera Festival è stato magico come il primo giorno.

Fu una prof del liceo a farmi scoprire la passione per il teatro. Una di quelle gite in cui sei solo felice di saltare una lezione e invece qualcosa ti si pianta nel cuore, un germoglio appunto, che è sbocciato in fretta insieme alle curiosità dell’adolescenza. 

Viaggio a Reims Rossini Opera Festival
Viaggio a Reims, ROF 2018

E in questa insolita estate senza viaggi l’opera mi ha trasportata nei suoi mondi lontani. 

Dalla Bagdad di Adina al Barbiere di Siviglia, passando per l’immaginaria Nubia di Ricciardo e Zoraide, del Rossini Opera Festival ho visto proprio tutto. E già che ero in ballo sul tappeto volante ho approfittato anche del Viaggio a Reims insieme ai ragazzi dell’Accademia Rossiniana e dei concerti dal balcone a Casa Rossini. 

Due settimane fra i velluti dei palchetti e i trucchi del back stage, per incontrare cantanti, registi, sarte, parrucchieri e truccatori. Perché dietro la magia del palco c’è l’armonia di una grande famiglia. 

Vi racconto tutto quello che ho imparato dietro le quinte del Rossini Opera Festival, le info pratiche ma anche le emozioni di una semplice spettatrice, non proprio coltissima ma appassionata!

1- Il back stage del Rossini Opera Festival

Le lampadine intorno agli specchi e le dive sedute di fronte, con le spazzole fra i capelli e gli occhi chiusi anche dopo che il trucco è finito, alla ricerca dell’ultimo istante di concentrazione.

Ho visto Lisette Oropesa trasformarsi in Adina e Aya Wakizono nella Rosina del Barbiere di Siviglia. Le osservavo dal monitor della mia macchina fotografica chiedendomi quale subbuglio di emozioni si celasse dietro i loro volti serafici.

“Ci prepariamo per mesi, ma è un lavoro che facciamo per amore. L’emozione è il regalo della messa in scena”

Rossini Opera Festival
Aya Wakizono la Rosina de “Il Barbiere di Siviglia”
Rossini Opera Festival
Lisette Oropesa, la protagonista dell’Adina nel ROF 2018

2- Rossini Opera Festival: Teatro Rossini o Adriatic Arena? 

I soffitti affrescati, le luci che si spengono piano, quell’attimo fra il silenzio e gli applausi… il teatro è così magico che sarei capace di commuovermi anche di fronte a un’opera buffa! Per questo volevo assolutamente vedere l’Adina, unica opera del ROF 2018 rappresentata al Teatro Rossini. 

Teatro Rossini Pesaro Rossini Opera Festival
Il Teatro Rossini di Pesaro

Erano giorni che mi raccomandavo al mio fidanzato per l’acquisto dei biglietti. Ma all’apertura del botteghino io ero fuori Pesaro e lui è arrivato tardi. L’Adina era sold out a un’ora dalla vendita e vi risparmio il racconto delle mie ire! Una bambina capricciosa senza la sua bambola preferita!

Per fortuna è arrivato il lavoro nel back stage, che ha salvato la nostra relazione 😉 e ribaltato i miei pregiudizi. 

Per il Rossini Opera Festival gli spazi dell’Adriatic Arena si trasformano in un vero e proprio teatro. E’ vero che manca un pizzico di magia all’atmosfera, ma il palco è enorme e le scenografie maestose, la grande macchina che anima il Festival e la creatività dei registi, si esprimono nella massima libertà.

back stage Rossini Opera Festival
I coristi di Adina si preparano per lo spettacolo
Prove vocali Rossini Opera Festival
Vocalizzi nella sartoria del Teatro Rossini Prima di Viaggio a Reims
back stage Rossini Opera Festival
Adina e le sue fragolette

Se mi chiedete quindi dove vedere il Rossini Opera Festival, la mia risposta è: ovunque! 

Vivete l’esperienza al Teatro Rossini per viaggiare indietro nel tempo, all’Adriatic Arena per essere nel futuro e non perdetevi i Concerti dal Balcone!

3- Concerti dal Balcone a Casa Rossini

Può succedere solo a Pesaro! Ascoltare le opere di Rossini dal balcone di casa sua è davvero straordinario. Da un’idea del musicista Marco Mencoboni, questi brevi concerti sono un regalo enorme per tutti i cittadini, appassionati di opera, turisti curiosi, bambini e chiunque abbia la fortuna di passare da lì. 

I concerti dal balcone a Casa Rossini sono gratuiti e senza limiti di posti. Si partecipa sostando di fronte alla sua casa natale, al civico 34 di Via Gioacchino Rossini, con il naso all’insù e le orecchie tese verso il balconcino. E’ da lì che si affacciano i cantanti intonando le arie più belle accompagnati dal pianoforte, con le note che corrono per le vie. 

Ed è un mistero che l’acustica della città sia così brillante, come disse il Maestro Zedda “A Pesaro suonano anche i palazzi” 

concerti dal balcone a Casa Rossini
Concerto dal balcone a Casa Rossini

4- Quando acquistare il biglietto per il Rossini Opera Festival

La prevendita dei biglietti online per il Rossini Opera Festival inizia a metà Aprile e termina a Giugno. Le poche poltroncine rimaste vengono vendute direttamente al Teatro Rossini a inizio Agosto pochi giorni prima del Festival, ma il rischio di trovare il tutto esaurito è altissimo!

Del Rossini Opera Festival l’opera più richiesta è l’unica rappresentata a teatro, che ha anche la metà delle poltroncine rispetto all’Adriatic Arena. Dunque per il ROF 2019 tenete d’occhio il sito del Festival dal prossimo Aprile per aggiudicarvi i biglietti con certezza!

5- Quali posti scegliere a teatro

So che l’acustica migliore è in posizione centrale un po’ distante dal palco, ma al fascino del palchetto io non resisto! 

E’ così romantico guardare l’opera da quel nido, magari con il proprio fidanzato accanto, come Richard Gere e Pretty Woman con il suo collier di rubini e le “budella aggrovigliate”

6- Come prepararsi all’opera

Mai arrivata preparata all’interrogazione di storia quanto a teatro! 

Lo ammetto. Sull’opera sono un po’ secchiona. Compro sempre il libretto con qualche giorno di anticipo per studiare trama e dialoghi, così a teatro posso lasciarmi trasportare dalle emozioni senza sforzarmi di intercettare le parole.

Al contrario non leggo mai recensioni né anticipazioni per lasciare spazio alla sorpresa. Anche se i protagonisti sono sempre amori non corrisposti, tradimenti, passioni e inganni, ogni volta rivivono di meraviglia, grazie alle interpretazioni di registi, scenografi e costumisti.

Del ROF 2018 ho adorato la grande torta nuziale di Adina, i costumi sgargianti e gli attori che insieme ai cantanti accoglievano il pubblico nel foyer prima della messa in scena.

back stage Rossini Opera Festival
L’arrivo di Adina al Teatro Rossini

7- Cosa indossare all’opera

Odio le formalità ma adoro l’etichetta, ed è un peccato che si vada perdendo.

Certo, nessuno va in jeans alla prima nazionale alla Scala, l’étiquette della serata richiede abito lungo per le donne, frac o smoking per l’uomo. Ma perché non cogliere in ogni caso l’occasione per indossare qualcosa di carino, diverso o quantomeno più stravagante di in un lunedì qualunque?

Per il Rossini Opera Festival ho scelto un abito oro lungo ben oltre i miei piedi da quinceañera di Buenos Aires, unica chicca del mio armadio vacanziero. Più stravagante che elegante direi, soprattutto per un Viaggio a Reims alle 11 del mattino.

Ah! Vietato indossare il colore viola, che si dice porti sfortuna!

Rossini Opera Festival Francesca Es

 

8- Dove mangiare dopo il Rossini Opera Festival

So già che gli appassionati di opera più “ingessati” storceranno il naso, ma io adoro passare dal top al trash nel giro di pochi passi, e sedermi con un abito lungo a mangiare senza posate un bel panino con patatine fritte da Harnold’s.

Questo mitico locale di Pesaro è nella stessa piazza del Teatro Rossini, e non è difficile incontrare qualche artista disposto a sporcarsi le mani con il ketchup! 

9- Le opere del prossimo Rossini Opera Festival 

Adesso che vi ho raccontato proprio tutto dal back stage alla patatina post Rossini Opera Festival, è il momento di sognare il ROF 2019 che sarà sicuramente scoppiettante per il suo 40esimo compleanno! 

Le opere in programma dall’8 al 20 Agosto 2019 sono Semiramide, L’Equivoco stravagante e Demetrio e Polibio.

Ciao, io esco a comprare i libretti!

Rossini Opera Festival back stage
io e le fragolette di Adina nel back stage del Teatro Rossini

 

 

 

 

 

 

Written By
More from Moon Diaries

USA on the road, 5 insolite tappe

C’è chi parte all’improvviso senza un itinerario in mente, e chi pianifica le...
Read More